La riservatezza II – Manuale

La riservatezza II – Manuale
Nella società della informazione, i dati personali hanno assunto un ruolo importantissimo, degno, pertanto, di un’accurata attenzione e salvaguardia.
Parallelamente al progresso tecnologico che, ormai, consente la conoscibilità, la conservazione e l’elaborazione di dati, in quantità e con una velocità inimmaginabili fino a pochi anni fa, è sorta l’esigenza di proteggere la sfera privata dell’individuo ed il suo diritto alla riservatezza riconoscendogli il ruolo di proprietario delle informazioni che lo riguardano.
Questa esigenza ha dovuto fare i conti con il contesto sociale, economico e politico in cui il cittadino vive e agisce.
Qualsiasi strumento di tutela deve, quindi, garantire, costantemente nel tempo, un bilanciamento di interessi e di esigenze molto delicate provenienti tanto dall’individuo quanto dalla società.
Il diritto alla privacy è il diritto di costruire liberamente e difendere la propria sfera privata, di scegliere il proprio stile di vita senza influenze ed intromissioni indesiderate da parte di terzi.
Tutelare la privacy significa consentire al soggetto di decidere autonomamente l’ambito in cui i propri dati personali possono essere portati a conoscenza dei terzi e controllare i trattamenti a cui sono sottoposti.
(Scritto nel 2008)

Post popolari in questo blog

domenico riccio