Le virtù dell'ozio

Sono una persona pigra. Questo sorprende alcune persone, soprattutto considerando che scrivo libri di produttività per vivere.
Mi piace prendere un giorno di pausa, per esempio. Dimentica le avventure: la mia preferenza per il tempo libero è quella di sdraiarmi sul divano, guardare i documentari e leggere.
E una settimana libera? Sono il tipo di persona che preferisce rimanere a casa e mangiare la pizza piuttosto che viaggiare per il mondo. Fortunatamente per me, questa pigrizia è proprio ciò che mi rende così produttivo. E questo è un fatto supportato dalla scienza.
La pigrizia è un'arte perduta. Non intendo pigrizia nel senso di riempire ogni momento con distrazione irragionevole. Intendo la giusta pigrizia, quando scegliamo di non fare nulla.
In un mondo di costante distrazione, raramente mettiamo i nostri paletti mentali. Invece, passiamo il nostro tempo libero a rimbalzare tra nuove distrazioni - passando dalla verifica della nostra posta elettronica, alla lettura delle notizie, alla navigazione su Facebook, e così via - attività che spesso ci rendono ancora più stanchi.
In ogni momento, la nostra attenzione è focalizzata o sfocata.
Il focalizzarci è ciò che ci permette di portare a termine il lavoro, avere conversazioni significative e far progredire le nostre vite. Ma a quanto pare, la ricerca dimostra che lo sfocamento è altrettanto potente, anche se in modi diversi. Mentre la messa a fuoco ci rende più produttivi, lo sfocamento ci rende più creativi.
La scienza afferma che le persone che sono sempre in ritardo hanno più successo e vivono più a lungo.
Ripensa alla tua ultima intuizione creativa - è probabile che non sia successo quando ti concentri su una cosa. In effetti, probabilmente non ti eri concentrato molto. Potresti aver fatto una doccia extra lunga, camminare, visitare un museo, leggere un libro o rilassarsi sulla spiaggia con un drink o due. Forse stavi sorseggiando il tuo caffè mattutino. Poi, come un lampo, è stata colpita una brillante idea.
C'è una ragione per cui il tuo cervello ha scelto questo momento per collegare queste idee vorticose. Quando la nostra attenzione è a riposo - come durante i periodi di ozio o pigrizia - la nostra mente vaga in luoghi affascinanti.
Uno studio, che periodicamente ha sondato i pensieri delle persone mentre vagavano le loro menti, lo ha confermato. I luoghi in cui la nostra mente vaga comprendono il futuro (il 48% delle volte), il presente (28%) e il passato (il 12% delle volte).
Per il tempo che rimane, la nostra mente è tipicamente vuota. Le percentuali esatte non contano molto - invece, vale la pena sottolineare che questo vagabondaggio non è così improduttivo come potremmo pensare. Una mente pigra ci consente di fare tre cose fondamentali:

Riposo.
Quando la nostra attenzione è a riposo, siamo a riposo. Quando scegliamo di lasciare vagare la nostra mente - io chiamo questo stato di mente deliberata che vaga "scatterfocus" - non dobbiamo regolare la nostra attenzione. Questo rende la modalità energetica-riparatrice, che ci aiuta a focalizzarci più profondamente in seguito. Per estendere questi benefici energetici, aiuta a fare qualcosa di piacevole, senza sforzo e abituale mentre riponi la tua attenzione, come investire in un hobby creativo, correre senza musica o camminare per prendere un caffè senza il telefono per distrarti. Anche fare qualcosa di abituale ha portato a intuizioni più creative.

Pianificazione.
La ricerca mostra che pensiamo al futuro 14 volte più spesso quando la nostra attenzione è dispersa, rispetto a quando siamo concentrati. Pensiamo anche ai nostri obiettivi a lungo termine sette volte più frequentemente quando la nostra attenzione è a riposo. Agire su questi obiettivi è un'altra questione, naturalmente, ma la pigrizia strategica ci consente di impostare le intenzioni e ricordare i nostri obiettivi in primo luogo.

Scoprire le idee.
La nostra mente errante collega tutte e tre le destinazioni mentali: il passato, il presente e il futuro. Questo ci consente di sperimentare intuizioni significativamente più creative rispetto a quando ci si trova in uno stato focalizzato. Ad esempio, potresti ricordare un'idea che hai letto qualche settimana fa e collegarla a come risolvere una situazione lavorativa attuale. Le nostre idee più intuitive e perspicaci arrivano quando non siamo concentrati.

Le migliori tattiche di produttività sono quelle che, per ogni minuto che investiamo in esse, facciamo quel tempo indietro e poi un po'- ci permettono di realizzare molto di più, e di lavorare in modo molto più efficiente. Includo la pigrizia in questa categoria. Quando siamo inattivi, non sembra che stiamo facendo molto. Ma mentalmente, l'esatto contrario è vero.
Probabilmente dovresti essere pigro più spesso. Che sia per dare al cervello una pausa, scavare idee perspicaci o tracciare piani futuri,

a volte il modo migliore per far accadere le cose è non fare nulla

Di Chris Bailey

Post popolari in questo blog

Come nascono i soldi?

Reddito di cittadinanza: tutte le informazioni