Brexit: il Regno Unito che vuole uscire spinge la Danimarca ad entrare

Il sostegno danese all'adesione all'UE ha raggiunto un massimo di tre decenni sulla scia della Brexit.
Secondo un sondaggio di Kantar Gallup pubblicato venerdì dal quotidiano Berlingske, il 66% dei danesi è favorevole all'adesione.
Questo è salito dal 54% nel 2016, che è l'anno in cui il Regno Unito ha votato a favore del referendum per lasciare per lasciare l'Unione.
Il favore per un'uscita danese è sceso al 22%, dal 29% del 2016.
Kasper Moeller, scienziato politico ed esperto di elezioni, lo ha definito "il più grande cambiamento" nella posizione europea dei danesi di sempre, aggiungendo che riflette una reazione "non ambigua" a quanto è successo in Gran Bretagna.
La Danimarca, che ha aderito all'Unione europea lo stesso anno della Gran Bretagna, dovrebbe tenere elezioni generali nella prima metà del 2019, nelle quali il Partito popolare danese, euroscettico, dovrebbe nuovamente svolgere il ruolo di remaker.
La più grande banca del paese, Danske, ha detto ieri che una Brexit no-deal rappresenta il maggior rischio per le economie nordiche.

Post popolari in questo blog

Come nascono i soldi?

Riparte il mercato immobiliare?

Le 20 regole per risparmiare di Meb Faber